Anticipare i trend per un percorso di eccellenza di oltre 35 anni: la parola a Taim
image

DIVENTA PROTAGONISTA A PHARMINTECH 2025!

Prenota il tuo spazio e diventa il protagonista della prossima edizione di PHARMINTECH.

Incontra professionisti del settore e buyers internazionali e fai la differenza!

Dal 27 al 30 maggio 2025 ti aspettiamo a Milano.

 

Richiedi informazioni

Partecipa alla prossima edizione di Pharmintech

27-30 maggio 2025, Fiera Milano (Italia)

image

DIVENTA PROTAGONISTA A PHARMINTECH 2025!

Prenota il tuo spazio e diventa il protagonista della prossima edizione di PHARMINTECH.

Incontra professionisti del settore e buyers internazionali e fai la differenza!

Dal 27 al 30 maggio 2025 ti aspettiamo a Milano.

 

Richiedi informazioni

Partecipa alla prossima edizione di Pharmintech

27-30 maggio 2025, Fiera Milano (Italia)

Anticipare i trend per un percorso di eccellenza di oltre 35 anni: la parola a Taim
image

Sede ad Atessa in provincia di Chieti, fondata nel 1987, Taim è una family company specializzata in impianti di processo per i mercati farmaceutico, cosmetico e alimentare. Negli oltre 35 anni di attività, Taim ha sviluppato competenze avanzate nella progettazione e realizzazione di macchinari per l'industria farmaceutica spaziando dalla formulazione e sintesi delle polveri alla granulazione, dal coating, alla produzione di liquidi e dosi sterili, alle soluzioni chiavi in mano per equipaggiare interi stabilimenti. Dell’azienda parla Domenico Melchiorre, seconda generazione in Taim, che racconta dell’ormai prossima partecipazione a Pharmintech 2025 offrendo uno spaccato del mercato in cui l’azienda opera con successo da oltre 30 anni.

L’innovazione è una tradizione di famiglia

“Faccio parte della seconda generazione in azienda, con un ruolo direttivo nella parte operation e amministrativa. L’azienda è stata fondata nel 1987 dai miei genitori guardando al mercato del processing. Ci occupiamo quindi di macchine per l’industria farmaceutica con riferimento a tutti i processi, dalle soluzioni liquide come gli sciroppi a soluzioni iniettabili che includono impianti sterili, senza dimenticare tutti gli impianti per forme secche come impianti di granulazione, di rivestimento di compresse, e poi turboemulsiori per creme che ci permettono di aprire al segmento cosmetico. Produciamo anche macchine accessorie agli impianti come i sistemi di lavaggio e di handling. Complessivamente occupiamo 90 persone per un fatturato che si aggira attorno ai 10 milioni di euro. Siamo operativi in centro Italia da dove esportiamo in tutto il mondo. Il 50% del nostro fatturato è infatti realizzato nei nostri mercati di destinazione che spaziano dal Nord Africa all’Europa, dal Nord Europa agli Stati Uniti. Siamo quindi presenti in tutto il mondo ma con un forte radicamento sul territorio in cui siamo nati”.

Anteprima a Pharmintech

In fiera abbiamo programmato di essere presenti con delle soluzioni biotech e per iniettabili.” prosegue Melchiorre “Stiamo quindi ancora decidendo quale tecnologia presentare, ma penso che punteremo all’ambito sterili, quindi fermentazione, biotech e iniettabili, che è un ramo su cui ormai lavoriamo da più di 15 anni. L’obiettivo è infatti esporre la nostra vasta competenza tecnologica attraverso un progetto innovativo che introduca novità su prodotti già consolidati sul mercato. Penso quindi che Pharmintech sarà teatro di un’anteprima di cui potremo dire di più nei prossimi mesi.”

Un mercato fortemente dinamico che spinge all’innovazione continua

Pensando al mercato, sempre più dinamico e imprevedibile, non può mancare un momento di riflessione sulla visione di Taim, rispetto a cui Domenico Melchiorre prosegue: “La nostra visione a breve e medio termine è sicuramente mirata a rispondere a richieste tecnologiche sempre più elevate, che richiedono un continuo percorso di ricerca capace di anticipare gli standard futuri. I nostri clienti sono alla ricerca di nuove soluzioni, con livelli tecnologici sempre più elevati che alzano costantemente l’asticella e a velocità crescente. Tra i driver di innovazione spiccano la digitalizzazione, su cui Taim si è attrezzata con un settore aziendale interamente dedicato all’ingegneria hardware e software, per rispondere in particolare all’esigenza di integrazione di macchine automatiche nei sistemi MES degli stabilimenti. Pur avendo raggiunto ormai un buon grado di stabilità, la digitalizzazione gioca ancora un ruolo, ma assistiamo anche all’esplosione delle richieste di integrazione delle nostre macchine in sistemi complessi. Un driver molto importante è lo sviluppo di nuove molecole attraverso metodi innovativi, dalla fermentazione all'utilizzo di dispositivi single use. Un approccio nato probabilmente dall’enorme sforzo compiuto in tutto il mondo per lo sviluppo del vaccino covid, che ha rappresentato anche un’iniezione di fiducia e di aspettative nella Ricerca&Sviluppo, spingendo in avanti progetti di ricerca che puntavano ad altre molecole esterne al covid”.

R&D costante per anticipare i trend

L’evoluzione del mercato spinge quindi a un continuo riadattamento evolutivo che motiva all’R&D rendendolo uno stile aziendale nell’approccio al mercato, tema su cui Melchiorre prosegue: “ L’aggiornamento è una costante perché fare macchine che possano soddisfare le aspettative di un mercato altamente tecnologico significa rimettersi costantemente in gioco per riprogettare in una nuova chiave la tecnologia esistente che può essere migliorata per aderire alle richieste sempre più stringenti del mercato. Questo include anche la sicurezza informatica, indispensabile complemento dei percorsi di digitalizzazione e tema approcciato in maniera diversa dai clienti dove multinazionale e PMI condividono le stesse problematiche. Siamo molto preparati su questo tema, con un dipartimento interno dedicato al software che segue anche le tematiche di cybersecurity.

La percezione del rischio tra i clienti è molto frammentata dipendendo dall’organizzazione interna e dalla sensibilità di quanto grave possa essere un attacco per l’organizzazione e il business. Le nostre architetture prevedono processi sicuri sia per l’accesso alle macchine che per le eventuali integrazioni con terze parti. Abbiamo anche scelto un percorso assicurativo che protegga noi e i nostri clienti da eventuali attacchi, questo a dispetto di tutte le precauzioni e l’adozione delle soluzioni più avanzate come del resto è nello stile di Taim.”